Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0508
 
Cloud Server > 8 - Importare ed esportare un Cloud Server > Formati accettati per dischi virtuali

8.1.2 Formati accettati per dischi virtuali Guida valida per il servizio Cloud Server Pro

I formati delle immagini di dischi virtuali utilizzabili nel nostro sistema, variano in base all'Hypervisor utilizzato dal Cloud Server.
In caso di Hypervisor VMware sono gestibili solo files .vmdk.
In caso di Hypervisor Hyper-V sono gestibili solo files .vhd.
In entrambi i casi i files non potranno essere superiori a 500GB.

Sulle immagini caricate vengono effettuati i seguenti controlli:

Immagini di dischi virtuali per Hypervisor VMware:
  1. Se l’immagine del disco è composto da più file (file header e files data) verifica che entrambi i files data siano presenti (questo controllo non viene effettuato per le immagini di tipo MonolithicSparse ed StreamOptimized che sono composte da un solo file).
  2. L’immagine deve appartenere ad uno di questi tipi:
    • MonolithicFlat
    • MonolithicSpars
    • StreamOptimized
    • Vmf
    • VmfsSparse
  3. L'Header descrittivo del disco deve essere valido.
  4. Il controller deve essere di tipo "LSI Logic SCSI controller Parallel ".
  5. L'immagine non deve essere superiore a 500GB.
Immagini di dischi virtuali per Hypervisor HyperV
  1. Controllo di validità su header e footer del disco virtuale. Il processo di validazione avviene attraverso delle checksum delle varie sezioni del disco: se tutte non vanno a buon fine l'immagine del disco viene considerata corrotta.
  2. Sono accettati solo dischi di tipo Dinamic o Fixed, e sono esclusi dischi di tipo Differencing ovvero dischi che memorizzano le informazioni per differenza da un altro disco.
  3. L'immagine non deve essere superiore a 500GB.