Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0508
 
Cloud Server > 11 - Bilanciatori > Le regole associate ad un bilanciatore

11.1.1 Le regole associate ad un bilanciatore

Il funzionamento di un bilanciatore si basa sulla regola utilizzata. Il numero di regole che si possono creare su di un bilanciatore non ha limite (è ovviamente legato alla casistica di combinare i 4 parametri utilizzati).
Esiste un vincolo che impedisce di impostare più regole su di una stessa porta del bilanciatore.

Ogni singola regola è composta da 4 parametri:

Algoritmo

Indica il criterio con cui il bilanciatore dirigerà le istanze, ossia la regola con cui sceglierà di inviare una istanza ad un server piuttosto che ad un altro. Si può scegliere tra due algoritmi base:
LeastConn
- Questo algoritmo dirige il traffico verso l'stanza disponibile con il minor numero di connessioni attive.
- L'algoritmo LeastConn è dinamico e permette quindi di bilanciare in tempo reale eventuali carichi sui server.
- E' indicato per connessioni persistenti con protocollo HTTP e HTTPS.
- Questo algoritmo non può essere utilizzato qualora le macchine bilanciate o il client non accettino i cookies.
Source
- Questo algoritmo dirige il traffico basandosi sull'hash del valore indirizzo IP / porta sorgente ed è mappato sempre allo stesso server.
- E' indicato per connessioni persistenti con protocollo TCP.
- Non è consigliato per connessioni persistenti con protocollo HTTP e HTTPS.

Protocollo

Indica il protocollo utilizzato:
HTTP
HTTPS - nel caso si utilizzi un algoritmo LeastConn è richiesto l'inserimento della chiave privata e del certificato pubblico.
TCP

Porta bilanciatore

Indica la porta del bilanciatore che riceverà l'istanza. Per una singola porta del bilanciatore può essere creata una sola regola.

Porta macchina

Indica la porta del Server a cui sarà diretta l'istanza da parte del bilanciatore.