Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0508
 

8.1.3 Creare una immagine disco Guida valida per il servizio Cloud Server Pro

Se si desidera creare delle immagini disco per Hypervisor Hyper-V (files .vhd) a partire da dischi fisici del proprio PC o Server è possibile usare l'utility Disk2VHD (https://docs.microsoft.com/en-us/sysinternals/downloads/disk2vhd). Da sottolineare il fatto che dopo l'importazione e durante il primo utilizzo del disco virtuale possono verificarsi degli errori riconducibili al cambio hardware passando da disco fisico a disco virtuale. La cosa può essere particolarmente problematica sia su sistemi Windows che Linux se si tratta di un disco di boot.
Un altro metodo per la conversione di dischi e/o di un'intera macchina è l'utilizzo dell'apposito tool presente in SCVMM ed installato nel proprio Server locale. Tale tool (utilizzabile gratuitamente per 365 giorni) creerà un files .vhd per ogni disco presente nel Server locale. E' possibile trovare una guida all'indirizzo https://msdn.microsoft.com/en-gb/library/dd380687.aspx. Questa procedura in caso di dischi virtuali di boot tenta di riconfigurare il disco per non incontrare i possibili problemi descritti con il metodo precedente.
Se si dispone di un Server o di un PC Windows 7, Windows 2008 Server e successivi la gestione di dischi virtuali è molto semplificata: andando su Gestione Computer e cliccando con il tasto destro del mouse su Gestione Disco sarà possibile optare per "Crea VHD" e "Collega VHD". Con queste due opzioni diviene immediata la possibilità creare, modificare e/o montare VHD direttamente nel proprio Server locale.

Per convertire dischi in ambiente VMware e quindi per poter creare files .VMDK lo strumento più completo fornito da VMware è VMware Converter (tramite questo tool è possibile fare conversioni di immagini anche di Hypervisor differenti). Altri strumenti più semplici forniti sempre da VMware per il medesimo scopo sono "VMware Workstation", "VMware Server" e "VMware Fusion". I file VMDK sono gestibili anche dal tool gratuito "VMware Player".
 
 Le operazioni descritte hanno esclusivamente carattere esemplificativo: l'uso improprio o non eseguito con la dovuta attenzione e competenza, può causare la perdita parziale e/o totale di dati e in alcuni casi può compromettere il corretto funzionamento della macchina virtuale. Si sconsiglia l'uso di tale guida se non in possesso di dovute competenze. Aruba S.p.A. non si assume le responsabilità di eventuali problemi o danni causati dall'uso di tali guide.