4.1.5 DragonDisk

Di seguito una guida su come utilizzare il servizio Object Storage di Aruba tramite il client di connessione DragonDisk. Per poter usufruire del servizio è necessario avere a disposizione i seguenti valori:

Nome Account - il nome che si è assegnato all'account in fase di creazione;
Password - la password che si è assegnata all'account;
Region URL - l'indirizzo della Region a cui appartiene l'account, disponibile nella scheda dell'account;
 
  • Scaricare il software, lanciare l'installazione ed eseguire il programma.
  • Apparirà un'interfaccia, come la seguente.

  • Cliccare su "Accounts..." nel menu a tendina della voce "File".

  • Apparirà una finestra come la seguente. Cliccare sul pulsante "New".

  • Apparirà un modulo in cui sono richiesti più parametri da configurare.
    Selezionare la voce "Other S3 compatible service" dalla lista "Provider".
    Inserire nel campo "Service Endpoint" l'URL Regione presente nella scheda dell'account Object Storage (senza http://).
    Inserire nel campo "Account name" il nome che vogliamo assegnare al nuovo account.
    Il campo "Comment" è facoltativo.
    Inserire nel campo "Access key" il Nome Account dell'account Object Storage.
    Inserire nel campo "Secret key" la Password dell'account Object Storage.

  • Confermare con il pulsante "OK. Il nuovo account creato apparirà nell'elenco "Accounts". Da questa sezione in futuro sarà possibile modificare i parametri precedentemente configurati.

  • Adesso é possibile fare l'accesso allo spazio remoto legato all'account: selezionare in una delle due liste "Root" presenti nella parte superiore l'account (indicato con l'"Account name" scelto) e nell'altra la voce "Computer". In caso si sia configurato più account Object Storage è possibile eseguire operazioni di trasferimento dati tra i due spazi remoti.

  • E' possibile modificare la visualizzazione delle due colonne attraverso la sezione "View" del menù superiore.
  • La prima operazione da eseguire è la creazione di una cartella che rappresenterà il "bucket" (univoco per Region) dell'account Object Storage, il suo nome servirà a generare l'URL da digitare nei browser per poter accedere a i file caricati nello spazio remoto.
  • Selezionare l'account creato e cliccare sull'apposita icona per procedere alla creazione del "bucket".

  • Comparirà un livello in cui è richiesto di inserire il nome (vedi regole).

  • Se il nome scelto è già stato utilizzato nella stessa Region o se non sono state rispettate le regole di composizione del nome, il programma visualizzerà un messaggio di errore.
  • Cliccando sul pulsante "OK" si procederà alla creazione del "bucket", e la cartella apparirà nello spazio remoto. E' possibile creare più "bucket" in uno stesso spazio remoto.

  • Per poter trasferire i file è necessario selezionarli e procedere con i pulsanti "Copy" e "Paste" presenti nelle relative aree.

DragonDisk avendo una doppia area di connessione permette in modo intuitivo il trasferimento dei file. Per gli utenti che hanno creato più account Object Storage è possibile effettuare trasferimenti dallo spazio di un account ad un altro senza dover scaricare in periferica i file; in tal caso è necessario creare le relative connessioni.

Configurare i permessi

Una volta caricato un file nello spazio remoto è possibile configurare dei permessi per renderlo pubblico. Per configurare un file procedere come indicato:
  • Scegliere il file nello spazio remoto e cliccarvi sopra con il tasto destro del mouse. Apparirà un menù a tendina,

  • selezionare la voce "Properties". Apparirà una finestra "Object properties". Selezionare il tab "Security".

  • Cliccare sul pulsante "Add" per aggiungere un profilo, e selezionare la voce "All Users" tra quelle che saranno proposte. (Per utenti esperti è possibile anche creare nuovi profili tramite il pulsante "New")

  • Sarà attivato il profilo "All Users" che comparirà tra quelli attivi. Spuntando la voce "Download" renderemo il file pubblico, permettendo a chiunque conosca l'indirizzo di raggiungerlo, per visionarlo ed eventualmente scaricarlo.

  • Qualora si decida di rendere un file privato è sufficiente eseguire la stessa procedura e deselezionare il permesso precedentemente concesso al profilo "All Users".
  • Si ricorda che DragonDisk di default prevede l'impostazione privata dei file caricati. E' quindi necessario eseguire la suddetta procedura per renderli pubblici.