Object Storage > 4 - Usare un account Storage > Raggiungere via web i file caricati

4.3 Raggiungere via web i file caricati

Dopo aver caricato, tramite un client di connessione, un file nello spazio remoto, questo è raggiungibile  utilizzando un qualsiasi browser di navigazione (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Safari ...), purché disponga dei permessi pubblici.

Sapendo il nome del file, la Region e il bucket è possibile creare, in due diversi modi equivalenti, l'indirizzo per raggiungere il file:
http://URL Region/bucket/nome file
oppure
http://bucket.URL Region/nome file
Quindi se avessimo come URL Region il valore "r1-it.storage.cloud.it", come nome della cartella (bucket) "backup" e come file caricato "example.txt" risulterebbe:
http://r1-it.storage.cloud.it/backup/example.txt
oppure
http://backup.r1-it.storage.cloud.it/example.txt

Permessi degli elementi caricati

I client di connessione adottano politiche diverse di gestione dei permessi degli elementi. Un elemento creato o caricato nello spazio remoto potrebbe essere pubblico o privato a seconda del client di connessione utilizzato per la sua creazione o il suo caricamento. Tutti i client di connessione qui descritti permettono la gestione dei permessi per concedere o limitare l'accesso via browser dei contenuti caricati nello spazio remoto. Per configurare i premessi consultare le apposite sezioni nelle guide dei client di connessione: