COMPUTING  /  Cloud Server  /  13 - Unified Storage  /  Scegliere il protocollo di rete

13.3 Scegliere il protocollo di rete Guida valida per il servizio Cloud Server Pro

Il servizio Unified Storage prevede la possibilità di scegliere uno dei tre protocolli di rete da utilizzare:
  • iSCSI
  • CIFS
  • NFS
La scelta del protocollo di rete è definitiva e non potrà essere modificata successivamente alla attivazione del servizio.

La differenza sostanziale tra i protocolli è che mentre CIFS (per Windows) e NFS (per Linux) gestiscono lo spazio del servizio Unified Storage come se fosse una cartella condivisa, il protocollo iSCSI gestisce il servizio come se lo spazio fosse un disco fisico collegato al Cloud Server.

Il protocollo iSCSI prevede infatti, dopo la configurazione, la formattazione dello spazio assegnato. Si consiglia il protocollo iSCSI solo in presenza di un software di clustering opportunamente installato e configurato qualora si colleghino al servizio Unified Storage più di un singolo Cloud Server.
 
Il protocollo iSCSI (Internet Small Computer System Interface) richiede l'utilizzo di un driver, chiamato "initiator" che si identifica tramite un codice alfanumerico detto iQN. Prima di richiedere l'attivazione del protocollo iSCSI è necessario essere in possesso del codice alfanumerico iQN (iSCSI Qualified Name).

La procedura per conoscere il codice iQN varia a seconda del sistema operativo utilizzato dal Cloud Server (vedi guida dedicata).
 
Nel caso si scelga il protocollo iSCSI, il taglio minimo iniziale condizionerà la dimensione massima fino e non oltre a 10 volte il taglio iniziale.
Il protocollo CIFS (Common Internet File System) è disponibile solo su sistemi operativi Windows (Windows 2003, Windows 2008 e Windows 2012).
Il protocollo NFS (Network File System) è spesso associato a sistemi operativi Linux.