Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0508
 
Cloud Server > 3 - Creare e configurare un Cloud Server > Come dimensionare i dischi fissi

2.2.5 Come dimensionare i dischi fissi Guida valida per il servizio Cloud Server Pro

Il primo disco fisso (HD), presente sulla macchina, ha una capacità iniziale di 30 GB (con Sistema Operativo Windows) e di 10 GB (con Sistema Operativo Linux), mentre quelli aggiuntivi (HD1, HD2, HD3) partono da 10 GB.

Entrambi possono essere espansi, con incrementi minimi di 10 GB,  fino a 500 GB, ad esclusione dei dischi primari con Sistema Operativo Linux su Hyper-V: in tal caso attualmente la capacità è limitata a 120 GB.

Ogni disco fisso è attivato su storage in RAID, allocato su una SAN ad alte prestazioni (doppio controller e dischi in configurazione RAID) e sono in funzione sistemi automatici di replica dei dati. Queste caratteristiche garantiscono prestazioni di alta qualità e sicurezza.

Si ricorda che nel caso la macchina virtuale venga archiviata, il costo per lo spazio disco sarà comunque decurtato dal credito per tutto il periodo di archiviazione: questo perchè le risorse per lo spazio fisico non vengono liberate durante l'archiviazione. I dati in esse contenuti saranno sempre disponibili al momento del ripristino della macchina virtuale.
 
 ATTENZIONE: poiché non è possibile diminuire la dimensione di un disco fisso successivamente alla creazione del Cloud Server, si consiglia inizialmente di non sovradimensionare i dischi fissi alle proprie reali esigenze. La diminuzione dello spazio di un disco fisso, anche se parzialmente usato, non è possibile. La diminuzione della capacità comporta la rimozione della partizione esistente e la successiva creazione di una nuova partizione, con conseguente perdita di tutti i dati in esso contenuti.