Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0508
 
Cloud Server > 8 - Importare ed esportare un Cloud Server > Importare una macchina virtuale Amazon su di un Cloud Server Hyper-V

8.7.1 Importare una macchina virtuale Amazon su di un Cloud Server Hyper-V Guida valida per il servizio Cloud Server Pro

Per importare una macchina virtuale Amazon EC2 su di un Cloud Server Hyper-V procedere seguendo gli step qui riportati:
  1. Creare l'immagine della macchina virtuale Amazon EC2 che si vuole esportare
  2. Esportare l'immagine dalla macchina virtuale Amazon EC2 e Caricare l'immagine sullo spazio FTP messo a disposizione da Aruba Cloud
  3. Creare una Cloud Server con hypervisor Hyper-V con Template personalizzato
Esistono due possibilità a seconda che il Sistema Operativo sia Windows o Linux.

Windows

Per effettuare tale operazione su di una macchina Windows è necessario eseguire i seguenti step:
  1. Creare l'immagine della macchina virtuale Amazon EC2 che si vuole esportare
    Tramite l'utility Disk2VHD (https://docs.microsoft.com/en-gb/sysinternals/downloads/disk2vhd) è possibile creare immagini di dischi virtuali:
    • scaricare l'applicazione
    • eseguire l'applicazione

    • selezionare nel capo "VHD File name:" il percorso dove salvare il file .VHD e nella sezione "Volumes to include:" i dischi per cui creare l'immagine

    • cliccare su "Create"

    • attendere che la creazione sia terminata e si visualizzi il messaggio "Disk export to VHD coompleted successfully"


  2. Esportare e Caricare l'immagine sullo spazio FTP messo a disposizione da Aruba Cloud
    • Per poter gestire le immagini dei dischi virtuali Aruba Cloud mette a disposizione gratuitamente uno spazio FTP per ogni account e per ogni data center. Questo spazio FTP serve per archiviare solo ed esclusivamente immagini di dischi virtuali da importare, sia immagini di dischi virtuali esportate: i formati accettati per le immagini dei dischi virtuali sono solo files .vmdk e .vhd.
      Da Pannello di Controllo trovandoci nella pagina relativa al tab "Gestisci" e selezionando nel menù di sinistra "Strumenti" > "Importazione dischi virtuali" si accede ad una pagina dove sono evidenziati i dati di connessione per il proprio Account FTP, e dove sono elencati i files caricati in tale spazio (files di tipo .vmdk e .vhd).



      Scaricando un qualsiasi client FTP (quali FileZilla, CoreFTP, Cyberduck, ...) e usando i dati a vostra disposizione, avrete accesso allo spazio dove potete caricare le immagini dei dischi virtuali da importare, o scaricare i dischi virtuali esportati.
      Tutti i files caricati nello spazio FTP sono controllati dal nostro sistema Cloud; in elenco appariranno tutte le immagini caricate.

  3. Creare una Cloud Server con hypervisor Hyper-V con Template personalizzato
    • Per la creazione di un Cloud Server con hypervisor Hyper-V con Template personalizzato si rimanda allo specifico punto trattato in questa guida.

Linux

In caso di esportazione di immagine disco da una macchina Linux, non esistendo un tool generico che garantisca l'esportazione in modo semplice e veloce a prescindere dalla distribuzione Linux, si consiglia di procedere come di seguito indicato:
  • fare il boot da unità esterna (CD/DVD)
  • esportare un'immagine della macchina o da riga di comando (es: comando dd)  o da tool (es: Clonezilla, Partimage)
  • caricare l'immagine nello spazio FTP messo a disposizione da Aruba
  • creare un Cloud Server con Template personalizzato
  • caricare l'immagine sul disco principale
  • accedere al Cloud Server tramite Console di ripristino per eseguire il ripristino del filesystem e la riconfigurazione della macchina (operazione quasi certamente necessaria)
 Vista la complessità della suddetta procedura (e delle competenze tecniche che essa richiede), qualora si riscontrino problemi, si consiglia di contattare lo staff Aruba per consulenza e suggerimenti https://www.cloud.it/assistenza-clienti.aspx